login Entra sell Vendi Veicolo


Distinzione tra Auto Storiche e d'Epoca: Guida esaustiva
Blog Automotive

Articolo Redazionale di Link Motors Franchising

165 Visualizzazioni visibility
Distinzione tra Auto Storiche e d'Epoca: Guida esaustiva

 

Nel vasto panorama automobilistico, le definizioni di auto storiche e auto d'epoca spesso si confondono agli occhi di chi non è esperto nel settore. Tuttavia, per gli appassionati, le sottili distinzioni tra le due categorie sono fondamentali. Cerchiamo di fare chiarezza sulle differenze tra auto storiche e auto d'epoca.

Auto Storiche e Auto d'Epoca: Cosa le Distingue?

Prima di tutto, è importante sottolineare che le auto storiche e quelle d'epoca non sono affatto sinonimi. Questa distinzione va oltre la semplice formalità, è una questione sostanziale: le auto storiche possono circolare liberamente, mentre le auto d'epoca, come vedremo, hanno restrizioni specifiche. Conoscere le caratteristiche di entrambe è cruciale quando si valuta un'automobile. Cominciamo definendo ciascuna categoria e poi analizziamo le differenze tra le due.

Le Auto Storiche: Veicoli trentenni abilitati alla circolazione

Secondo il Codice della Strada, precisamente all'articolo 60, un'auto storica - o veicolo di interesse storico e collezionistico - è un'automobile registrata presso registri come ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo o Storico FMI. Affinché un'auto venga considerata storica, questi registri devono fornire una certificazione che attesti la data di costruzione e le specifiche tecniche del veicolo. Ai sensi del Regolamento di esecuzione e di attuazione, articolo 215, i veicoli d'interesse storico devono conservare le caratteristiche originali di fabbricazione, salvo alcune modifiche consentite per la circolazione.

Quando un'auto diventa storica? In passato, prima del 2015, un'auto diventava storica al compimento del 20° anno dalla prima immatricolazione. Successivamente, a seguito della Legge di Stabilità, le auto raggiungono lo status di veicoli storici al compimento del 30° anniversario dall'immatricolazione.

Questi veicoli, purché rispettino tutti i requisiti necessari per la circolazione - come impianto frenante, dispositivi acustici e visivi, pneumatici, sospensioni e impianti di scarico conformi - possono regolarmente circolare su strada. Le auto storiche sono ancora iscritte al Pubblico Registro Automobilistico.

Le Auto d'Epoca: Veicoli trentenni con restrizioni alla circolazione

Le auto d'epoca, al contrario, sono veicoli di interesse storico e collezionistico che non soddisfano più i requisiti per circolare su strada secondo l'articolo 60 del Codice della Strada. Un esempio comune è il mancato rispetto delle normative anti-inquinamento, rendendo questi veicoli inadatti alla circolazione quotidiana.

Il loro scopo principale è la conservazione e l'esposizione. A tal fine, le auto d'epoca vengono rimosse dal Pubblico Registro Automobilistico e inserite in un elenco conservato presso il Centro storico della Direzione generale della Motorizzazione Civile. La loro circolazione è vietata, tranne che in specifiche eccezioni, come le manifestazioni automobilistiche autorizzate. Anche in tali circostanze, è richiesta un'autorizzazione dal Dipartimento per il Trasporti Terrestri competente territorialmente, previa verifica di condizioni specifiche, che rilascia un apposito foglio di via.

Anche la vendita di questi veicoli deve essere comunicata obbligatoriamente al medesimo Dipartimento, che aggiorna l'elenco del Centro storico competente.

Differenze tra Auto Storiche e Auto d'Epoca

La principale differenza tra auto storiche e auto d'epoca, come menzionato, riguarda la libertà di circolazione su strada. Le auto storiche, pur non potendo essere utilizzate per scopi commerciali, possono circolare liberamente. Le auto d'epoca, invece, possono circolare solo se autorizzate, e solitamente solo per specifici trasferimenti del veicolo.

Inoltre, le auto storiche presentano vantaggi economici: dai 20 ai 29 anni di età, ricevono una riduzione della tassa di circolazione. Dal 30° anno in poi, sono completamente esenti dal pagamento del bollo. Anche dal punto di vista assicurativo, le auto storiche godono di agevolazioni. Numerose compagnie assicurative offrono polizze ad hoc, generalmente più convenienti rispetto alle assicurazioni standard.

Ora che avete una panoramica delle differenze tra auto storiche e auto d'epoca, se state pensando di acquistarne una, potete iniziare la ricerca del modello che più vi appassiona.

CLICCA AL SEGUENTE LINK

Condividi questa Pagina

Cerca nel Blog

Articoli Più Visti

Categorie di Articoli